META (3,1/Km²)

Iceland 2012, col. 1080p, 63'

   

A film by Sandro Bocci - Presented by Julia Set Collection

“In Sneffels Yoculis craterem kem delibat umbra Scartaris Julii intra calendas descende, audas viator, et terrestre centrum attinges. Kod feci." Arne Saknussemm.

“Discendi nel cratere dello Yocul di Sneffels che l’ombra dello Scartaris viene a lambire prima delle calende di luglio, viaggiatore ambito, e perverrai al centro della Terra. E questo ho fatto io". Arne Saknussemm.

SINOSSI

“Meta-“ nel senso di “oltre” è la rappresentazione di un rapporto empatico con le forme ricorsive della natura, i frattali e con i campi invisibili che regolano l’evoluzione della vita ad ogni scala di osservazione.L’instabilità geologica ed i cicli solari al 66° parallelo nord, sono solo una piccola parte delle meraviglie che si possono incontrare in Islanda.  Nella realtà dei fatti, oltre alle maestose cascate, lagune di iceberg, sorgenti geotermali, oltre ai colori della terra nel corso della sua genesi, esiste una popolazione con un un rispetto per la natura imparagonabile a quello della maggior parte delle altri popolazioni della terra occidentale. Vivere in armonia con la natura dominante dell’Islanda e con il suo spazio per lo più libero dalle strutture umane, può creare i presupposti per un modo differente di intendere la vita sociale.L’immersione visiva negli incantevoli paesaggi islandesi, guidata da una musica a tratti ipnotica che nasce e si rispecchia nelle emozioni vissute durante l’esperienza solitaria delle riprese, crea uno stato mentale di liberazione ed abbandono nei confronti della bellezza e della forza della natura primordiale.Il film è anche un esperienza “gonzo” nel senso di puramente soggettiva, che guida lo spettatore senza filtri o finzioni narrative, attraverso i continui mutamenti di forme colori e luci, in un periodo estivo sempre illuminato dal sole ed insonne.Tra le particolarità documentate  ci sono anche sequenze timelapse girate lungo la costa nord al 66° parallelo, durante il solstizio d’estate, quando il sole non scende mai sotto l’orizzonte ed il cielo si infiamma e cambia colore dando un senso di continuità così sconvolgente agli occhi non abituati, da generare il silenzio e la contemplazione più totale.Il rapporto esistente tra le vibrazioni musicali e quelle che si palesano in natura, attraverso le ombre ed i corsi d’acqua, ad esempio, sono l’oggetto e la causa del susseguirsi delle immagini che compongono i dieci capitoli del film.

14 settebre 2013: Meta-3,1/Km² è stato premiato come miglior documentario al Salento Internation Film Festival SIFF 2013

 

 Soundtrack by : Iteration, Martin Grech, Dean Frenkel & Linda Laasi, Giorgio Leonelli, Massimiliano Devito.

March of the lonely “ Written and performed by Martin Grech - From “March of the lonely”; Suite for enchanted sun” Written and performed by Massimiliano Devito - Editing and digital sound by Giorgio Leonelli; "Moon Bear Mantra" Written and performed by Dean Frenkel and Linda Laasi From “Magic Sound”; Absence” Written and performed by Martin Grech - From the album “Meta vol. 2”; Kingdom” Written and performed by Martin Grech - From the album “March of the lonely” The Heritage” Written and performed by Martin Grech From the album “March of the lonely”; Enterprise Field” Improvised by Iteration; Of Course” Written and performed by Iteration; Take OneWritten by Iteration - Performed by Massimiliano Devito; Ruins” Written by Martin Grech and Andy Ross - Performed by Martin Grech - From “March of the lonely”; New Born” - Written and performed by Martin Grech - From the album “Meta vol. 2”. All not original song is courtesy of the author. All right reserved.

 

 

  

 

 

Meta-DVD | 14 EU

Meta-Blueray | 19 EU

TESLA STUDIO DESIGN